Ente Nazionale della Cinofilia ItalianaEnte Nazionale della Cinofilia Italiana

CLUB AMICI DALMATA

Indirizzo
C/O BONINO RENATA - VIA RIBOLI 17/1
16033 LAVAGNA (GE)
Regione: LIG
Contatti
Tel. 335-7017649
Alt. 0185-320173
Fax 0185-320173
Presidente
MUTO ESPEDITO
Vice Presidente
PESSINA RENATA
Consigliere di nomina ENCI
POSILLIPO DARIO

Obiettivi Zootecnici

Club Amici Dalmata -logo-Lo standard numero 153 del 30.05.2011 contiene una descrizione molto precisa di quelle che devono essere le caratteristiche di tipo della razza dalmata non solo da un punto di vista zoognostico bensì vengono presi in considerazione anche tratti comportamentali tipici.

Obiettivo di selezione per gli allevatori italiani è il raggiungimento delle caratteristiche di tipo descritte nello standard focalizzando l’attenzione sulla salute della razza e la variabilità genetica. La razza dalmata risulta caratterizzata da tratti morfologici mai estremi questo fa si che il rischio di ipertipo che sempre si accompagna a patologie di varia natura non colpisca la razza. Il numero di cuccioli registrato annualmente nei libri genealogici dell'ENCI ci invita a dare grande importanza alla valutazione zootecnica e clinica dei riproduttori impiegati. Punti chiave dello standard sono il rapporto tra la lunghezza del corpo e altezza al garrese che deve essere di 10 a 9, il rapporto tra altezza del gomito e altezza al garrese che deve essere del 50% a farne un cane estremamente bilanciato come altezza sugli arti. Il rapporto cranio/muso deve essere di 1 a 1. Viene sottolineato nello standard come il dimorfismo sessuale debba essere ben evidente. La taglia è stata aumentata di 1 cm sia per maschi che per le femmine portandola rispettivamente a 56-62 cm e 54-60 cm. L’ultimo capoverso dello standard sottolinea come solo soggetti tipici funzionalmente e clinicamente sani possano essere utilizzati in riproduzione.

Clinicamente bisogna prestare attenzione all’iperuricosuria e alla sordità. L’esenzione da quest’ultima patologia che può essere mono o bilaterale viene inclusa nei requisiti per l’ammissione al registro dei riproduttori selezionati.

Molta importanza deve essere rivolta alla selezione di soggetti atti a svolgere il compito di cane da compagnia, da famiglia, adatto ad essere addestrabile per vari compiti come definito nello standard di razza. Per gli allevatori italiani deve essere molto importante la scelta di fare accoppiare soggetti con un temperamento piacevole, amichevole, non timido ne esitante, scevro da nervosismo e aggressività. Il dalmata deve risultare caratterialmente gentile, leale, indipendente e facile da addestrare secondo quanto riportato nello standard di razza. Riassumendo: gli obiettivi di lavoro selettivo definiti dal Club Amici Dalmata sono la programmazione di accoppiamenti finalizzati a produrre cuccioli tipici, sani, ben socializzati e a mantenere elevata la variabilità genetica all’interno della razza, cercando in questo modo di conservare le caratteristiche di fitness tipiche della razza sia come longevità che come salute riproduttiva.

Localizzazione in mappa

Localizzazione in mappa