Ente Nazionale della Cinofilia ItalianaEnte Nazionale della Cinofilia Italiana
News del 10 aprile 2017 Manifestazioni

Antidoping alla prova di agility a Montichiari - aprile 2017

Nel corso della prova di agility del 9 aprile 2017 svoltasi a Montichiari (BS), l’ENCI ha effettuato una serie di verifiche secondo quanto previsto dal Regolamento per il controllo del doping nei cani iscritti al Libro genealogico. Si ringraziano per la collaborazione il Presidente del Gruppo Cinofilo Bresciano sig. Umberto Saletti e l’Associazione Charlie Dog Brescia sig.ra Elsa Sbordi, il medico veterinario di servizio Dott.ssa Emanuela Scalmati, il delegato ENCI sig.ra Piera Corsini Croce e, naturalmente, i conduttori i cui cani sono stati sorteggiati per il controllo.

Si ricorda che il risultato positivo per la presenza di sostanze considerate doping può determinare:

  1. la revoca della qualifica eventualmente ottenuta nella manifestazione;
  2. la revoca delle qualifiche/certificati e dei titoli eventualmente ottenuti dal cane nella sua carriera;
  3. l’immediato allontanamento del cane dalla partecipazione a manifestazioni cinotecniche per un periodo non inferiore a sei mesi e non superiore a due anni;
  4. la sanzione da € 500,00 a € 6000,00 nei confronti del proprietario del cane oggettivamente responsabile, anche a titolo di culpa in eligendo, della riscontrata positività;
  5. la sanzione da € 500,00 a € 6000,00 nei confronti del conduttore/presentatore;
  6. la comunicazione dei fatti riscontrati alle autorità competenti;
  7. la comunicazione sulla rivista ufficiale dell’ENCI.

Il rifiuto di sottoporre il cane ai controlli antidoping comporta le sanzioni sopra esposte.

In ipotesi di reiterazione per oltre due volte, il responsabile è punito con la radiazione da ogni attività cinofila riconosciuta dall’ENCI.

In occasione di prossime prove ed esposizioni le verifiche antidoping verranno ripetute.

Si ringraziano i partecipanti alle prove ed esposizioni per la collaborazione.

 

Il Direttore Generale
Fabrizio Crivellari