Ente Nazionale della Cinofilia ItalianaEnte Nazionale della Cinofilia Italiana
News del 31 luglio 2017 Manifestazioni

ENCI fa la storia degli European Open

Si sono conclusi ieri a Salice Terme gli Europei Open di agility (EO2017).

Un successo più organizzativo che tecnico, perché purtroppo i podi rivestiti con il nostro tricolore son stati pochi, ma -a livello di manifestazione- ogni più rosea previsione è stata superata. I complimenti non solo sono giunti da tutti i team che vi hanno preso parte, ma anche dal delegato dell’FCI per l’Agility, Paolo Meroni. Il sindaco di Godiasco (comune di appartenenza di Salice Terme) e il proprietario della società delle Terme di Salice, hanno ammesso di non vedere la loro cittadina così vivace e bella da diversi anni! Il dialogo con il territorio e le amministrazioni -con cui Enci sta muovendosi per i suoi grandi importanti eventi- anche questa volta è stato produttivo perché qui a Salice i cinofili saranno sempre di casa e abbiamo già la disponibilità per futuri eventi. 

Gianluca Di Giannantonio, responsabile dell’agility per l’Enci e curatore di quest’evento, ha costruito una squadra fantastica di volontari: dai ragazzini dell’Agility Juniores, agli appassionati di tutta Italia, e perfino tre signore dall’Australia sono venute mettendosi a disposizione per contribuire alla riuscita dell’evento. Questa è la vera forza della cinofilia!

La colorata distesa di tende sotto agli alberi, il parco gremito, le aree camper,  e quelle centinaia di atleti in giro ad ogni ora del giorno e della notte… Salice per quattro giorni è stato un meraviglioso villaggio olimpico. L’energia dello sport e dell’agonismo, unita alla passione per i cani che è sempre decisamente un buon collante, hanno reso il clima dell’evento davvero unico.

Le gare sono state emozionantissime e tutte si sono svolte nella maniera più regolare: percorsi molto tecnici, con diversi cambi che in molti casi sono costati la squalifica. Questi appuntamenti servono anche per scoprire i propri limiti e capire come superarli, da questo punto di vista i nostri ragazzi, la nostra bellissima squadra ha imparato molto dall’esperienza. La pancia vuota è il miglior stimolo per migliorare, quindi visto che “il capitale” c’è, non resta che lavorarci.

Complimenti vivissimi a tutti i vincitori: la Germania ha dimostrato di esser forse la nazione con gli atleti migliori di questo Europeo, con delle vere punte di diamante. Slovenia, Repubblica Ceca e Finlandia confermano la loro grande scuola con dei giri che hanno mozzato il fiato non solo degli atleti, ma anche degli spettatori che in quei 30 o 40 secondi di giro dallo stupore si son dimenticati di respirare!

Le premiazioni finali e la cerimonia di chiusura sono state molto emozionanti, sono stati tre giorni intensi, ma son sicura che nel cuore di tutti c’è un po’ di nostalgia al pensiero che siano finiti.

Appuntamento ai prossimi EO nel 2018 in Austria.

La squadra italiana all'EO2017

Link