Ente Nazionale della Cinofilia ItalianaEnte Nazionale della Cinofilia Italiana

BRACCO SAINT GERMAIN

Storia

E' un discendente di cani prodotti da un incrocio fra un pointer e un bracco. La razza venne creata verso il 1830 nei canili reali di Compiègne, poi a Saint Germain en Laye. Questo cane ebbe una grande notorietà fino all’inizio del 20° secolo e fu il cane da ferma più rappresentato nelle prime esposizioni canine, e soprattutto alla prima esposizione francese a Parigi nel 1863. Il club della razza è stato fondato nel marzo 1913.

Aspetto Generale

Cane mediolineo, dalle linee cranio- facciali parallele o pochissimo divergenti con uno stop mediamente marcato. L’ossatura è abbastanza forte, la muscolatura adatta ad un lavoro che esige resistenza. Il mantello è fulvo e bianco, senza presenza di nero. In movimento la cerca è di media ampiezza e il suo galoppo regolare ed elastico. Soprattutto cacciatore, è molto socievole, equilibrato, affettuoso, e non sopporta di essere maltrattato durante l’addestramento. Del resto è un cane facile da addestrare. Caccia su tutti i terreni con passione il fagiano, il perniciotto, la beccaccia, che riporta con dente dolce. Molto attaccato all’uomo, ama la vita in famiglia.
Codice FCI 115
Gruppo 7 - CANI DA FERMA
Sezione 1A - CANI DA FERMA CONTINENTALI
Tipo TIPO BRACCO
BRACCO SAINT GERMAIN © NKU

Riproduzione Selezionata

Statistiche iscrizioni ultimi 10 anni