Ente Nazionale della Cinofilia ItalianaEnte Nazionale della Cinofilia Italiana

CIMARRON URUGUAYO

Storia

L’origine del Cimarrón Uruguayo è incerta. Si sa che discende dai soggetti portati dai conquistatori spagnoli e portoghesi. Questi cani, abbandonati nel Paese, s’incrociarono fra loro. La selezione naturale ha fatto in modo che soltanto i più idonei, i più forti e più intelligenti siano riusciti a sopravvivere. È così che è nato il Cimarrón. Gli abitanti d’allora, riconoscendo il valore di questi cani, li addomesticarono e progressivamente iniziarono, con successo, ad usarli come guardiani dei loro beni, e come cani da pastore nella cura quotidiana del bestiame.

Aspetto Generale

Il Cimarron uruguayo è un cane di taglia media e di tipo molossoide, forte, compatto, con buona ossatura, molto muscoloso e agile. L'altezza al garrese ha un rapporto con la lunghezza del corpo = 10 : 11 mentre l'altezza al garrese è uguale all'altezza alla groppa. Il muso è solo leggermente più corto del cranio ( misurato dall'occipite allo stop). La distanza da terra al gomito è uguale a quella dal gomito al garrese. Il suo carattere è equilibrato, il suo temperamento dimostra sempre grande coraggio.

 

 

Codice FCI 353
Gruppo 2 - CANI DI TIPO PINSCHER E SCHNAUZER- MOLOSSOIDI E CANI BOVARI SVIZZERI
Sezione 2A - MOLOSSOIDI
Tipo TIPO MASTINO
CIMARRON URUGUAYO © NKU

Riproduzione Selezionata

Statistiche iscrizioni ultimi 10 anni