Ente Nazionale della Cinofilia ItalianaEnte Nazionale della Cinofilia Italiana

GALGO ESPANOL

Storia

Il levriero è conosciuto fin dall’antichità dai Romani, anche se siamo portati a supporre che il suo arrivo e installazione nella Penisola Iberica sia ben anteriore a questo periodo. Discendente dagli antichi levrieri asiatici, si è adattato ai diversi terreni (steppe e pianure). Era esportato in grande quantità in altri paesi, come Irlanda e Inghilterra durante i secoli XVI°, XVII° e XVIII°. Il Galgo Español è uno degli antenati dell’inglese Greyhound che presenta con il Galgo le similitudini conformi alla razza che ha servito come base nella sua selezione e susseguente acclimatazione. Fra le numerose citazioni degli autori classici, si dovrebbe sceglierne una, quella dell’Arciprete di Hita che dice: “la lepre che va, è subito catturata a caccia dal Levriero”, il che prova la principale e ancestrale funzione della razza.

Aspetto Generale

Levriero di buona taglia, eumetrico subconvesso, dalle linee sub-lunghe e dolicocefalo. Struttura ossea compatta, testa lunga e stretta (dolicocefalica), ampia capacità toracica, ventre ben retratto, coda molto lunga. Posteriori verticali e muscolosi. Pelo fine e corto, o semi-lungo e duro.
Codice FCI 285
Gruppo 10 - LEVRIERI
Sezione 3A - LEVRIERI A PELO CORTO
GALGO ESPANOL © NKU

Riproduzione Selezionata

Statistiche iscrizioni ultimi 10 anni