Ente Nazionale della Cinofilia ItalianaEnte Nazionale della Cinofilia Italiana

PUMI

Storia

Il Pumi apparve in Ungheria dal 17° al 18° secolo, dall'incrocio del primitivo Puli con cani del tipo Terrier con orecchi eretti, importati dalla Germania e dalla Francia. È stato riconosciuto come razza indipendente all'inizio del 20° secolo. Fino ad una settantina di anni fa, Pumi e Puli, erano considerati la stessa razza, poi vennero separati, ognuno definito da un ben distinto standard. E' un cane dal temperamento piuttosto irrequieto, vale a dire che è in continuo movimento. Dotato di grande coraggio, lo si impegna con profitto per radunare il grosso bestiame con funzioni, quindi, di bovaro. Abbaia facilmente, è un eccellente cane da guardia e contemporaneamente un cane da compagnia. 

Aspetto Generale

Il Pumi è un cane da pastore di media taglia, allegro, del tipo Terrier. La sua caratteristica di Terrier più visibile è nella testa. Il muso è allungato e il terzo superiore degli orecchi eretti, è piegato verso l’avanti. Sta nel quadrato. Per la sua costante attenzione, il portamento del collo è più alto del normale. Il pelo ondulato, di media lunghezza, forma riccioli. Il Pumi può avere vari colori ma deve sempre essere di un totale monocolore.
Codice FCI 056
Gruppo 1 - CANI DA PASTORE E BOVARI (ESCLUSI BOVARI SVIZZERI)
Sezione 1A - CANI DA PASTORE
PUMI © NKU

Riproduzione Selezionata

Statistiche iscrizioni ultimi 10 anni