Ente Nazionale della Cinofilia ItalianaEnte Nazionale della Cinofilia Italiana

SCHNAUZER MEDIO

Storia

Originariamente lo Schnauzer era utilizzato nella Germania del Sud come cane da scuderia, che si sentiva perfettamente a suo agio in compagnia dei cavalli. Pieno di zelo, spiava i roditori e li uccideva in un batter d’occhio, il che gli valse, nel linguaggio popolare, il soprannome di “cane da topi”. All’epoca della fondazione del club del Pinscher e Schnauzer nel 1895, portava ancora il nome di Pinscher a pelo duro

Aspetto Generale

Cane di taglia media, robusto, più raccolto che slanciato, dal pelo duro. Inscrivibile in un quadrato, l’altezza al garrese è quasi uguale alla lunghezza del corpo. La lunghezza della testa (misurata dalla punta del tartufo all’occipite) corrisponde alla metà della lunghezza della linea superiore (misurata dal garrese all’inserzione della coda)Tipiche sue caratteristiche sono il temperamento vivace, unito a calma cautela, una buona indole, l’ allegria e la proverbiale devozione al padrone. Ama molto i bambini, è incorruttibile, sveglio, però non abbaia per nulla. Ha organi di senso molto sviluppati: la sua intelligenza, l’adattabilità all’addestramento, il coraggio, la tenacia e la resistenza alle intemperie e alle malattie, fanno sì che lo Schnauzer risponda a tutti i requisiti per essere un eccezionale cane da famiglia, da guardia e da compagnia, che possiede anche le qualità necessarie ad un cane da lavoro.
Codice FCI 182
Gruppo 2 - CANI DI TIPO PINSCHER E SCHNAUZER- MOLOSSOIDI E CANI BOVARI SVIZZERI
Sezione 1A - TIPO PINSCHER E SCHNAUZER
Varietà
A - PEPE SALE
B - NERO
SCHNAUZER MEDIO © NKU

Riproduzione Selezionata

Statistiche iscrizioni ultimi 10 anni