Ente Nazionale della Cinofilia ItalianaEnte Nazionale della Cinofilia Italiana

SEGUGIO MAREMMANO

Storia

Nella sua voce odi l'eco d'una maremma che non c'è più anche se è la suggestione dei luoghi a suggerirtene un fascino che sa di ingiusta nostalgia. Perché era la terra dei briganti e della malaria, della povertà e dei bracconieri per fame, ma anche la patria di uomini grandi capaci di un eroismo individuale e silenzioso come lo era il vivere di ogni giorno e che oggi pare di fantasia. Altri tempi fotografati con parole d'amore da Fucini e Cassola, Civinini ed Ugolini, Eugenio Niccolini e Ferdinando Paolieri. Non par strana allora l'affermazione che ogni terra ha le sue genti che l'amano ed i suoi cani che non possono far a meno degli uomini. Ecco perché un segugio così non poteva non nascere in un lembo di terra selvaggia fra la Toscana e la capitale, immersa nella macchia mediterranea, bagnata dal Tirreno e con colline ripide tanto da sembrar contrafforti di montagna. La sua storia la raccontarono in tanti e fra questi Ido Cipriani in alcune pagine suggestive che pare conservino il calore del sole, i colori della ginestra e quell'odore impossibile di cose celesti che ha la macchia mediterranea nelle sere di maggio. Qui un cane non poteva che essere inventato dai luoghi e dai selvatici e vi contribuì anche il suo grande nemico, il cinghiale, protagonista con lui di duelli epici dove il sangue dei contendenti si mescolava alla terra e non sempre la fucilata del cacciatore giungeva in tempo a designare la vittima. Questo era il cane degli uomini di maremma e nell'attualità conserva ancor oggi tutte le sue doti di ausiliare fedele e coraggioso fino alla temerarietà, accostatore intrepido e sbrigativo, abbaiatore sicuro a fermo, inseguitore tenace fin dove i rovi paiono innalzare un'intricata barriera a difesa dell'inseguito.

Cane da seguita specializzato per la caccia al cinghiale. Dotato di grande passione per la caccia e forte temperamento, voce squillante e piacevole (italiana) ben differenziata nelle varie fasi della cacciata, sicuro e sbrigativo accostatore, ottimo, prudente e sicuro abbaiatore a fermo, inseguitore tenace. Caccia bene sia da solo che in muta.

Aspetto Generale

Cane semplice, dall’aspetto gradevolmente rustico, dai movimenti rapidi, mesomorfo con tronco nel rettangolo, testa con cranio abbastanza largo; assi longitudinali superiori cranio – facciali leggermente divergenti, orecchio attaccato alto, occhio espressivo e fiero, bulbo con iride scura ed espressione attenta ed intelligente.
Codice FCI 900
Gruppo 6 - SEGUGI E CANI PER PISTA DI SANGUE
Sezione 2A - SEGUGI E CANI PER PISTA DI SANGUE
Varietà
A - A PELO FORTE
B - A PELO RASO
SEGUGIO MAREMMANO © NKU

Riproduzione Selezionata

Statistiche iscrizioni ultimi 10 anni