Segugio maremmano: passaggio dal Libro aperto (RSA) al RSR

Data di pubblicazione: 31 marzo 2009

Milano, 30 marzo 2009

 

Il Consiglio Direttivo dell’ENCI nella riunione del 17 febbraio 2009, riscontrato il parere conforme della Commissione Tecnica Centrale del 13 novembre 2008, nel corso della quale è stato espresso parere favorevole al passaggio al Registro Supplementare Riconosciuti (RSR) della razza Segugio Maremmano, ha approvato il passaggio dal Libro Aperto (RSA) al RSR della razza in oggetto.

Il Consiglio Direttivo del 12 marzo 2009, stante la necessità di introdurre le procedure per l’attuazione di quanto disposto, ha deliberato, in analogia a quanto a suo tempo previsto per le razze italiane in via di riconoscimento, di:

  1. iscrivere al RSR i segugi maremmani appartenenti al RSA (senza rilasciare alcun ulteriore certificato) o le cui denuncie di cucciolata sono in arrivo dalle Delegazioni, mantenendo valido il certificato genealogico già in possesso dei proprietari;
  2. seguire per le iscrizioni al Libro genealogico le procedure previste dalle vigenti Norme Tecniche, contenute in particolare nell’articolo 5;
  3. applicare come per ogni razza iscritta al Libro, le tariffe previste per la presentazione delle denuncie presso le Delegazioni;
  4. assegnare alla razza segugio maremmano il numero provvisorio 900 con le varietāagrave; a) per il pelo forte, b) per il pelo raso;
  5. assegnare la razza al gruppo 6° Segugi e cani per pista di sangue, sezione taglia media;
  6. consentire al segugio maremmano la partecipazione alle prove di lavoro per segugi riconosciute dall’ENCI in base alle norme del vigente Regolamento delle verifiche zootecniche per cani da seguita;
  7. consentire al segugio maremmano la partecipazione alle esposizioni riconosciute dall’ENCI e di concorrere all’assegnazione del Certificato di Attitudine al Campionato Italiano (CAC) in base alle norme del vigente regolamento speciale delle esposizioni canine. La razza non potrà concorrere all’assegnazione del CACIB;
  8. abilitare al giudizio gli esperti giudici a suo tempo incaricati a valutare i soggetti nell’ambito dei raduni per l’accesso al Libro Aperto (Albani Athos, Gramignoli Giuseppe, Maremmi Gianpaolo, Minelli Giuseppe, Mozzi Giuseppe, Quadri Mario, Quinzanini Giuseppe), nonché gli esperti giudici che hanno l’abilitazione all’intero gruppo 6°, taluni già ricompresi tra i giudici incaricati di cui sopra.

Documenti: Standard del segugio maremmano

Il Direttore Generale
Responsabile dell’Ufficio Centrale
del Libro genealogico
Fabrizio Crivellari


[Chiudi]