Ente Nazionale della Cinofilia ItalianaEnte Nazionale della Cinofilia Italiana

BRACCO UNGHERESE A PELO CORTO

Storia

Gli antenati del bracco ungherese sono arrivati nel Bacino dei Carpazi con le tribù ungheresi in migrazione. Dal 14° secolo, questo cane figura nei documenti scritti e pittorici. La sua importanza per la caccia non ha cessato d’aumentare dopo il 18° secolo. Dalla fine del 19° secolo, si organizzarono in Ungheria delle gare per cani da ferma, ai quali i bracchi ungheresi partecipavano già con grande successo. A quell’epoca è probabile che altre razze di cani da ferma abbiano avuto una qualche partecipazione nel suo sviluppo. L’allevamento mirato e controllato è iniziato nel 1920; il bracco ungherese a pelo corto è stato riconosciuto dalla FCI nel 1936.

Aspetto Generale

Cane da caccia di media taglia, d’aspetto elegante e distinto; il suo pelo color frumento dorato (semmelgelb) è corto. La sua costituzione piuttosto leggera, asciutta e senza peso superfluo, riunisce in perfetta armonia bellezza e forza.
Codice FCI 057
Gruppo 7 - CANI DA FERMA
Sezione 1A - CANI DA FERMA CONTINENTALI
Tipo TIPO BRACCO
BRACCO UNGHERESE A PELO CORTO © NKU

Riproduzione Selezionata

Statistiche iscrizioni ultimi 10 anni