Ente Nazionale della Cinofilia ItalianaEnte Nazionale della Cinofilia Italiana

CANE DA PASTORE POLACCO DI VALLEE

Storia

È probabile che questo cane sia giunto nell'odierna Polonia fin dal neolitico al seguito di pastori nomadi provenienti dall'Oriente. Già nel XVIII secolo alcuni allevatori polacchi si sono impegnati per mantenere intatta la purezza della razza. A loro va il merito di aver preservato l'omogeneità di tipo e di carattere evidente ancora oggi nel pastore di Vallee. Nel corso del Novecento, a seguito del mutamento dell'economia pastorale, la razza rischiò di estinguersi. Furono due aristocratiche, Czetwertynska Grocholska e Rosa Zoltowska, che, intorno al 1920, hanno iniziato l'allevamento di questi cani recuperando i pochi soggetti rimasti. All'imediato dopoguerra, in particolare al 1947, risale il primo standard di razza.

Aspetto Generale

Cane di media taglia, compatto, forte, muscoloso, con un pelo lungo e fitto. Il suo mantello ben curato gli dà un aspetto attraente e interessante. Di umore vivace ma equilibrato, il pastore di Vallee, è intelligente, sempre attento e resistente a condizioni ambientali sfavorevoli. Grazie alla sua allegria, conquista facilmente le simpatie di chiunque abbia a che fare con lui ed è un ottimo compagno dei bambini. Ma non è soltanto un compagnone. Quando la situazione lo richiede, sfodera tutta la sua grinta ed è in grado di mettere in fuga i malintenzionati e difendere la proprietà. È un cane facile da addestrare e sempre pronto a rispondere ai comandi del padrone.
Codice FCI 251
Gruppo 1 - CANI DA PASTORE E BOVARI (ESCLUSI BOVARI SVIZZERI)
Sezione 1A - CANI DA PASTORE
CANE DA PASTORE POLACCO DI VALLEE © NKU

Riproduzione Selezionata

Statistiche iscrizioni ultimi 10 anni