Ente Nazionale della Cinofilia ItalianaEnte Nazionale della Cinofilia Italiana

HOKKAIDO

Storia

Si dice che la razza abbia origine dai cani giapponesi di media taglia che accompagnarono degli emigranti da Honshu (l’isola principale del Giappone) a Hokkaido, durante l’epoca Kamakura (negli anni 1140), quando si erano intensificati degli scambi fra Hokkaido e il Distretto di Tohoku. Quando la razza fu dichiarata “Monumento naturale” nel 1937, prese il nome della regione d’origine. È anche conosciuta con il nome di “Ainu-ken”, dato che gli Ainu, gli abitanti nativi dell’isola di Hokkaido, impiegavano questi cani per la caccia all’orso e altri animali. La conformazione dell’Hokkaido lo rende adatto a sopportare il freddo rigoroso e le forti nevicate. Egli mostra anche una sicura valutazione delle situazioni e una grande resistenza.

Aspetto Generale

Cane di taglia media, con caratteristiche sessuali secondarie ben pronunciate; ben proporzionato, robusto e provvisto di buona ossatura. Muscoli tonici e che presentano profili nettamente delineati. Altezza al garrese/lunghezza del corpo = 10 : 11. Lunghezza del cranio / lunghezza della canna nasale = 3 : 2. Lunghezza del cranio uguale alla sua larghezza alle guance, cioè circa un quarto dell’altezza al garrese. Cane di una notevole resistenza, che mostra dignità e semplicità. È fedele, docile, molto sveglio e coraggioso.
Codice FCI 261
Gruppo 5 - CANI TIPO SPITZ E TIPO PRIMITIVO
Sezione 5A - SPITZ ASIATICI E RAZZE AFFINI
HOKKAIDO © NKU

Riproduzione Selezionata

Statistiche iscrizioni ultimi 10 anni