Ente Nazionale della Cinofilia ItalianaEnte Nazionale della Cinofilia Italiana

RUSSIAN TOY

Storia

All’inizio del 20° secolo, l’English Toy Terrier era uno dei cani da compagnia più popolari in Russia. Tuttavia, nel periodo 1920 – 1950 l’allevamento dei Toy Terriers puri era quasi cessato così che il numero dei soggetti si ridusse a un livello critico. Solo nella metà degli anni ’50 gli allevatori russi iniziarono il ripristino della razza. Praticamente tutti i cani che furono usati per la riproduzione non avevano un pedigree; molti fra loro non erano neppure di pura razza. Lo standard redatto per i Toy Terriers si scostava in modo significativo da quello dell’English Toy Terrier sotto vari aspetti. Da questo momento, l’evoluzione della razza, in Russia, prese la sua propria strada. Il 12 ottobre 1958 nacque un maschio con spettacolari frange sugli orecchi e arti. I genitori di questo cane avevano il pelo corto, e uno dei due l’aveva leggermente più lungo. Fu deciso di mantenere questa caratteristica. Il maschio fu accoppiato con una femmina che pure aveva il pelo leggermente lungo. Così nacque la varietà a pelo lungo del Russian Toy. Fu chiamato Moscow Longhaired Toy Terrier. Un’allevatrice di Mosca, Yevgueniya Fominichna Zharova, ebbe un ruolo importante nella creazione di questa varietà della razza. Fu nell’arco di un lungo periodo di evoluzione, in un contesto isolato, insieme con una selezione particolarmente curata che fu creata una nuova razza: il Russian Toy con due varietà

Aspetto Generale

Un piccolo cane elegante, vivace, dagli arti lunghi, con ossatura fine e muscoli asciutti. Il dimorfismo sessuale è solo leggermente definito.
Codice FCI 352
Gruppo 9 - CANI DA COMPAGNIA
Sezione 9A - SPANIEL NANI CONTINENTALI
Varietà
A - PELO CORTO
B - PELO LUNGO
RUSSIAN TOY © NKU

Riproduzione Selezionata

Statistiche iscrizioni ultimi 10 anni